paola cassone
romanzi
racconti
collezioni di racconti
collezioni di racconti
diario  
comprami  
scrivimi  
lo sfigario di bree gionas

aprile

1 aprile 2000

Pomeriggio molto carino, con Zen a comperare componenti PC. Non è una new entry, semplicemente ci siamo frequentati poco perché mi stava cordialmente sui coglioni e lo consideravo un cretino molesto, poi di colpo abbiamo cominciato a parlare fuori dalle minchiate del gruppo e ho scoperto che potevamo avere molti punti di contatto. La svolta deve essere arrivata all'ultima cena della list, quando ho saputo che l'idea dello sciopero della benzina che gira su internet da mesi è sua. Uno che ha idee del genere non può essere un cazzone. Lui è naturalmente problematizzato tanto quanto tutti gli altri, ma ha 33 anni, un lavoro fisso di responsabilità e una casa a regime e quindi già più in linea con il mio mondo. A differenza degli altri non è autistico, anzi, sotto la maschera di cazzone nasconde un'anima votata all'assistenza delle persone più deboli: una nota che fa molto bene a tenere per se perché totalmente distonica col resto del gruppo. Insomma, complessivamente una bella persona. Dopo 40 ore di ICQ, 2 uscite tete-a-tete e 1 riunione di comitato per progetto No-profit su web (figata colossale, idea sua, è un genio) mi sento di cominciare a volergli bene, forse ho trovato un nuovo amico, spero di non cacciarmi in ennesimo casino. In realtà, al lato sesso non ci voglio proprio pensare! A prescindere dalla figura da troia che ci farei, questo ha abbastanza problemi di suo per i miei gusti. Grazie, ho già dato. A scopo preventivo ho fatto la finta ingenua in ICQ e gli ho comunicato una certa mia decisione sugli uomini, presa giovedì dopo lunga maturazione. E la decisione è: mai più darla via, potesse essere anche Brad Pitt, prima voglio che mi giuri eterno amore. Sento che in quest'area ho già dato più che a sufficienza e mi sono presa per il culo altrettanto e di più. Neo (giovedì) ha detto che appena Zen lo avesse saputo mi avrebbe portato un anello di fidanzamento: qualunque cosa pur di farmisi. Beh, adesso vediamo se ha ragione. Io dico di no e questo sarà il mio personale banco di prova per il signore in questione. Sabato sera a cena dai miei, agonia, ma finita presto e mia madre non ha infierito. Devo ricordarmi di dirglielo.

2 aprile 2000

Giornata movimentata: Bone mi tampina da giorni con reiterate richieste di trombaggio, puntualmente respinte e con grande saggezza: non solo questo disgraziato parte di nuovo per Francoforte questa settimana, ma in più oggi vengo a sapere che nel weekend si è trombato chissachì, ma che cazzo vuole da me ancora? Vabbè, non ho il coraggio di dirgli che non ne ho più per la testa principalmente perché sono persa per Bodhi, ma che lui ci provi in maniera così persistente quando è EVIDENTE che io non ho più voglia (e la causa se la scelga tra tutte quelle che gli farà piacere inventarsi) mi sta blandamente rompendo i coglioni. Vabbè, è fatto così, e chi lo cambia più? Sempre più mi convinco che bene ho fatto anche questa volta a rispedirlo al mittente non senza prima essermi fatta tutti i giri che ritenevo opportuni. Evidentemente è il suo Karma, arrivederci al prossimo ciclo di trombate, tanto so dove beccarlo. Terri è arrivata a Milano e l'ho chaperonata in via Venini dove la casa è stata di mia max soddisfazione e le ho caldeggiato l'accettazione delle condizioni: devo ricordarmi di ringraziare Laura. Determinata a vedere Bodhi a tutti i costi, dribblato Bone non è stato neppure così difficile riuscire a combinare una cena a due, anche lui mi pareva interessato, ma ovviamente non intenzionato a sbilanciarsi più dello stretto indispensabile, per cui è bastato spingere leggermente sull'acceleratore e spiegare a Terri la situazione in termini molto blandi: la ragazza ha mangiato la foglia, Neo ha fatto il resto di sua sponte dicendo che non ne aveva per le palle di uscire dal suo guscio e alle 20 e 30 trottavo felice e sola verso casa di Bodhi. Dove è avvenuto quello che doveva avvenire, anzi, meglio, con 2 orgasmi di cui l'ultimo - devastante - all'unisono. Ma non è finita qui! Senza alcun preavviso, nel solito modo fumoso di Bodhi, sono saltati fuori 2 argomenti-chiave. Mi ha chiesto perché venerdì gli avevo detto che non riuscivo a stare troppo senza vederlo (risposta 1: perché è vero, risposta 2: perché non pensi che ti chiami solo per farmi aiutare a usare dw3, è esattamente il contrario) e poi si è lanciato in una lunghissima disquisizione sul fatto che non mi considera una fidanzata, ma che questa non è un'affermazione negativa anzi, perché io sono diversa, perché sono più adulta, perché non sono sdolcinata, perché vivo il sesso in maniera selvaggia e io da brava analista in erba a chiedergli che cosa voleva dire per lui fidanzamento, tirando fuori solo verbalizzazioni negative (obbligo, impegno gravoso, catene, facciata sociale, possesso) e concludendo che nella sua accezione il fidanzamento nulla aveva a che fare con l'amore. Dopodichè gli ho detto che per me la dicotomia sesso-amore non esisteva e che ogni mio atto sessuale era un atto d'amore. A buon intenditor ... e infatti io a quel punto mi ero già rivestita e sul piede d'uscita e invece lui mi ha trattenuto 1 altra ora e mi ha prestato un suo preziosissimo libro dicendomi che era il complemento ai film di Kurosawa per capirlo a fondo. A quel punto gli ho chiesto se anche alle sue fidanzate aveva fatto questo corso di specializzazione in bodhipersonalità e lui mi ha detto di no. Quindi questa "cosa" tra noi che non riesci a definire è meglio che essere fidanzati, ho concluso con un bel sorrisone e l'ho lasciato alla sua notte vuota di me. OK, quante pippe, ma del resto se lui è fatto così e caparbiamente intenzionato a non cambiare che mi resta da fare in attesa dell'anello di fidanzamento di Zen? Almeno trombo qualcuno che mi piace da impazzire e che sta percettibilmente cambiando senza rendersene conto il suo atteggiamento nei miei confronti. OK, non mi scriverà mai lettere d'amore e non mi chiamerà mai la sua ragazza, ma ne ho veramente bisogno? Da lui? Non credo.

3 aprile 2000

Alle 16 è arrivato il mio nuovo giocattolo: PC superaccessoriato con Windows 2000 e processore Athlon (Pentium III ci fa 'na sega), hard disk da 20.5 giga, scanner, masterizzatore, varie ed eventuali. Dopo essermi scapicollata per ritirarlo da CHL in pieno sciopero tram e pioggia battente (grazie alla smartina, la amo sempre più), coattando un recalcitrante Sweet a farmi da assistente, ho passato la sera e la notte a montare masterizzatore, connettere cavi, provare connessioni, downloadare e crackare programmi e uplinkare file dal portatile: meglio di certe scopate che ricordo (ahimè). Il tutto in compagnia di Hal e Zen il quale mi ha perfino regalato un telefono e in 2 minuti mi ha creato una nuova presa telefonica doppia dove prima c'era solo un cavo e uno zoccolino. Ho goduto come una vacca. Ho dormito pochissimo e sono ipereccitata.

4 aprile 2000

Stamattina Marta mi ha comunicato che il mio sito è stato finalmente trasferito sul nuovo domain (gioia e tripudio), nel pomeriggio la strizza mi ha massacrato ribadendo che mangio pane e prosopopea e che vuole che io sia molto triste per questo motivo, praticamente mi ha fatto sentire un cesso di donna. Sono subito corsa ai ripari chiamando il fido Dave e circuendolo per farmi aiutare a completare il lavoro sul PC iniziato il giorno prima. Quindi seratina gradevole, debugging vari, aggiornamento directories e accounts ICQ/mail, riconnessioni miste, scarico posta, altri uplink, downloads, crack, ma che cazzo sto diventando? Di nuovo a letto tardissimo e supereccitata. In tutto ciò Bodhi gradevolissimo, risponde agli ICQ e agli SMS, rilassato, piacevole quasi perfino affettuoso.

5 aprile 2000

Alla pesa ufficiale di oggi confermo 53.4 kg (-0.6 kg), 54 cm di coscia (-1 cm) 91 cm di culo (-1 cm), 63 cm di vita (-1cm), 88 cm di tette (invariato): considerando che siamo in fase premestruale e i dati sono stabili da 4 settimane mi merito una brioche (già mangiata).
Stamattina trovo Bodhi ICQ delle 2.07 : "perchè poi non mi hai telefonato ieri sera per il problema dw3?", che sta succedendo? Svolta epocale? Congiunzione astrale? Bioritmo impazzito? Caso fottuto? Non lo so, da domenica sera ho una stranissima sensazione nuova: è come se di colpo la bodhiassenza si fosse trasformata in presenza, un embrione stiracchiato di bodhipresenza che mi porto dentro e curo amorevolmente sperando che cresca. Sarò mica incinta? No dai, la pillola non tradisce. Invece Bone deve aver capito l'antifona: lunedì e ieri freddino e sbrigativo, oggi niente telefonatina del mattino ... beh, c'est la vie, lui è uno sportivo e sa bene che la sua presenza occupa comunque una buona fetta della mia partizione heart disk (© Marta): sappiamo entrambi dove e quando beccarci, non c'è fretta. Stamattina mail ore 9:12 di Dave: dice che ieri sera si è divertito nonostante il culo che ci siamo fatti sul PC e che è sempre un piacere stare con me. E che voglio di più dalla vita? Un Lucano? No, basta così.

6 aprile 2000

La marea lavorativa sta crescendo rapidamente: sento già puzza di merda in avvicinamento veloce. Ieri e oggi praticamente incollata al telefono e al PC, 12 ore/giorno, cheppalle. Il che non ha impedito l'idillio ICQ tra me e Bodhi ... continua a rispondere, salutare, fare il carino ... ho contato ben 10 botta e risposta al volo: un record. Ieri mi ha paccato per la festa di premiazione del miglior portale italiano del 2000 ma si è scusato mille volte e ci ha provato davvero fino all'ultimo a smaltire il suo casino lavorativo per farcela ... in fondo se non mi paccava lui avrei paccato io: sono uscita alle 21:40, lui era ancora inchiodato al PC (è uscito alle 22). Stasera addirittura mi ha scritto di sua sponte per annunciarmi che i suoi fondi gli hanno già fruttato 5 milioni in 2 giorni, al che ho risposto, bene, quando mi inviti a cena? e lui, perchè non stasera? Sono caduta dalla sedia. Ho ringraziato la marea di merda lavorativa che mi ha staccato la testa da questa cosa, sennò rischiavo il collasso cardiaco. Siamo usciti, cena cinese, lui parlava a raffica, stragasato, di lavoro, io lo ascoltavo con l'occhio languido e mi sembrava di sentire me dieci anni fa ... dio che tenerezza ... e che sconcerto: è così uguale a me (lui dice che io sono più uguale di lui, mi sa che ci ha ragione da vendere). Lo riaccompagno a casa e naturalmente c'è stato il momento di imbarazzo, mi inviti su o no? No, era pretendere troppo, 2 scopate nella stessa settimana: troppo impegnativo. Ma lunga chiacchierata in macchina sul suo libro, sulla sua patria, sui fondi e su cazzilli vari ... avrei anche mandato affanculo tutto e sarei salita, ma ero troppo stanca, mi cascava la palpebra, meglio così. L'embrione sta crescendo. Ieri sera invece a cena con Marta, monotematica: ha tentato di menarmela su Bodhi, ho tagliato corto e lei ha finalmente ammesso di temere che quando Bodhi si innamorerà di me io metterò un altro scalpo sulla mia lancia e me ne andrò (OK, next!). Cazzo, sono terrorizzata che abbia ragione ... ho sempre fatto così, che cosa lo impedisce? Orrore e ludibrio. Non ci posso pensare ... non voglio che sia così, non con lui, io lo amo troppo, cazzo, non posso fargli male. Non devo permettermelo! Ho bisogno di un comitato di autocoscienza, ho bisogno di questa vacanza, via da tutto e tutti, devo pensare.

10 aprile 2000

Viaggio sponsor di 4 giorni offerto da fornitore a dirigenti senior, meta: Cuba. Praticamente un tour de force apocalittico con complessive 8 ore di aereo, 18 ore di pullman, 4 soste contingentate solo per mangiare e 3 momenti-divertimento forzato in cene-buffet che hanno immediatamente risvegliato la mia gastrite/bolo isterico ... credo che la dott.ssa della mutua abbia gufato bene: devo avere calcoli biliari, non digerisco praticamente niente: mentre scrivo ho ancora sullo stomaco il pranzo di mezzogiorno e da allora non ho toccato cibo (e chi ce la fa, con un etto di matoutou che va su e giù per l'esofago?). In tutto questo ho trovato il tempo di socializzare con simpatico bergamasco quasi-parente (scopriamo di avere in comune un sacco di amici + lui è stato compagno di classe di mio cugggino) e ora lavoratore della pubblicità orobica, che mi ha perfino dato il passaggio di ritorno a casa da Malpensa su torpedo blu (bmw coupè sportivina da bergamasco coi soldi) e leggere il libro che mi aveva dato Bodhi. Finito il quale ho capito che se c'era un giorno un'ora e un minuto in cui potevo dire con assoluta certezza di essermi innamorata di lui era stato quello: alle 17:05 del 10 aprile 2000. Così stasera in ICQ, ho colto l'occasione per dirglielo. E che cazzo, nella vita non si può sempre e solo tenersi le cose per se. Naturalmente, panico. Naturalmente, io rassicurante. Naturalmente non so bene che succederà adesso. Se scappa, amen, se resta, vediamo. Intanto è andato offline senza salutare, quindi o era davvero troppo sconvolto o mi ha già messo in invisible list.

11 aprile 2000

Giornata di merda in tutti i sensi. Il matoutou ha ballato nello stomaco fino alle quattro del pomeriggio, con accompagnamento di nausea e varie spiacevolezze gastriche. Quando ha deciso di andarsene l'ha fatto in grande stile, notificando tutti i CAP della cerchia dei Navigli. Nel frattempo le grane lavorative da risolvere si sono accumulate esponenzialmente, tanto che alle 19 e sgoccioli ho deciso (piegata a 90° dal dolore) di spedirmi un paio di files a casa e lavorare da lì. A casa le mie viscere hanno potuto esprimersi liberamente e sono riuscita a lavorare in multitasking chiacchierando su ICQ con Zen e convertendo ben 5 CD in mp3. Alle 22 e 30 circa ho riacceso il PC per rispedire i files in ufficio e con mia enorme sorpresa ho notato che Bodhi era ancora in ufficio. Gli ho chiesto che diavolo ci faceva ancora lì e la risposta è stata fulminea "sto lavorando, mi vieni a prendere?". Sono caduta dalla sedia. E 2 volte in 1 settimana non mi fa bene. Naturalmente mi sono precipitata, ma aveva ancora da aspettare non so più quale materiale per l'indomani e siamo rimasti lì a cazzeggiare e ridere fino a mezzanotte, dopodichè l'ho riportato a casa e metaforicamente rimboccato le copertine. Mi ha ringraziato infinitamente, non mi ha baciato, e io sono tornata a casa felice come una deficiente. Quindi il panico non gli impedisce di vedermi. Però gli impedisce di toccarmi. Oh beh ... si riprenderà. Ah, dimenticavo, già che c'ero gli ho riportato il maledetto libro e anche la bambolina voodoo che gli avevo comperato a Cuba. Nessun accenno al libro, ringraziamenti per la bambolina che si è religiosamente portato a casa e chissà dove ha messo ... verificheremo.

12 aprile 2000

A sorpresa Bone mi annuncia - in tono casuale e solo perchè gli ho detto "Mi sa che fin dopo Pasqua non riusciamo a vederci: ho una settimana tremenda." - che per il ponte di Pasqua più lungo della storia lui non tornerà a Francoforte dalla moglie ma starà a MI a lavorare un po' alla casa e al giardino. Gli ho chiesto timidamente perchè e la sua lapidaria risposta il cui tono avrebbe troncato qualunque commento è stata che la moglie se ne andrà per 2 dico 2 settimane in una beauty farm di Tucson, Arizona ... dal 20 aprile al 4 maggio.
Ci sono cose che mi sfuggono in questo episodio e che forse preferisco non sapere. Mi piacerebbe cancellare il tutto dalla memoria senonchè Bone incalza e mi dice, in tono di nuovo casual e disinvolto, che a questo punto possiamo vederci con comodo durante il TUTTO il ponte, implicando che posso tranquillamente passare 11 giorni a Montichiari. Panico. Non tento nemmeno di dirgli che durante il ponte mi sono riempita di impegni fino al collo per non dover avere 1 attimo di respiro finchè Bodhi non torna da Brighton. Temporeggio: ci sentiremo più avanti per definire meglio la questione.

13 aprile 2000

Ho registrato il mio secondo dominio e quel che è incredibile, sono riuscita a prendere la linea fax di NIC al primo colpo e completare la registrazine al volo. Marta mi ha portato Coreldraw, mi ha insegnato i basics di utilizzo di Corel e di dw3 e quindi ho cominciato finalmente a htmlare: il che vuol dire che le mie ore di sonno si sono ridotte a 5 per notte ... sono esausta.

14 aprile 2000

Alla pesa ufficiosa registravo 52.9 e cominciavo ad incazzarmi potentemente: una sta a dieta tutta la vita e quando ha finalmente raggiunto il peso-forma comincia a calare inspiegabilmente oltre la sogliola della sopravvivenza! Da venerdì sto mangiando come un tacchino all'ingrasso, ma lo stomaco è ancora in subbuglio e quindi anche la quantità di cibo che riesco a fare stare giù è inferiore al fabbisogno. A mezzogiorno è arrivato il DVD che aspettavo da più di un mese, sono andata a ritirarmelo al Computer Discount , altre 375 mila, meno che da CHL, mi sembrava impossibile, ma adesso che l'ho montato e funziona sono al settimo cielo e sto mp3izzando come un'invasata. Love era in incognito a Milano, finalmente ho conosciuto Leo, un figo spaziale cui le foto non rendono giustizia, lei è comprensibilmente persa, fa uno strano effetto vederla con lui, ah, l'amore ... Venerdì sera siamo usciti a cena con un amico di Leo che abita a 100 mt da casa mia, naturalmente mai visto, poi ci ha raggiunto Bone reduce da aperitivo con colleghi, ubriaco marcio, in fase totalmente regressiva. Love e Leo ci hanno lasciato dopo pochi minuti, io l'ho riportato alla sua macchina e il bacio di commiato è stato di quelli che farebbero venir voglia di scopare anche ai pali della luce: è incredibile la carica sessuale che Bone conserva dopo tutti questi anni e ancor più incredibile il fatto che io osservavo me stessa avvinghiata in questo bacio da urlo senza provare niente altro che un leggero stupore per le sensazioni che il mio fisico stava vivendo, come se non fossi io, totalmente distaccata.

15 aprile 2000

Bone si deve essere accorto che qualcosa non va perchè oggi mi ha chiamato tre o quattro volte mentre stavo litigando con dw3 e mi è sembrato particolarmente risentito del fatto che non l'ho cagato più di tanto. Io lo so che prima o poi lo devo affrontare, ma sto rimandando ad libitum l'incontro finale: mi sa che a Pasqua non ci saranno più scuse: la moglie va in Arizona lasciandomelo tutto libero e arrapato per 11 giorni ... mi tocca. Non ne ho la minima voglia ma mi tocca. Stamattina, dopo l'usuale massaggio devastante, Love e Hal a colazione (alle 12 e mezza), abbiamo montato il DVD (l'ho fatto io con le mie manine, spezzandomi un'unghia), Hal ha fatto non so (e non voglio sapere) quale operazione illegale al registry del PC con il risultato che adesso va a 6.5x in registrazione e riesco a fare l'mp3 di un CD in 12 minuti secchi. Nel pomeriggio ho di nuovo litigato con dw3, multinterrotta dalle telefonate irritate di Bone, e mi sono dimenticata di mangiare: ho ingollato una fetta di pollo lesso e un'arancia alle dieci meno un quarto prima di chiudere tutto e correre al concerto degli amici di Zen a SSG. Continuo a vedere/sentire Zen in quantità di tempo crescente, secondo me ci sta provando in maniera sottile ed elegante, ma si è lanciato in profferte di immersioni a 2 nella sua jacuzzi a scopo rilassatorio e questo mi dà da pensare. Cmq ieri al concerto l'ho lasciato che stava cuccando una tipa simpatica, quindi mi sono rilassata oltremodo, pure troppo: ho passato la serata a fissare il video muto su cui trasmettevano MTV e a sentire la musica (pestavano di brutto) come in un acquario. Tralaltro ieri ero in condizioni mentali talmente devastate che ho sbagliato clamorosamente strada e ho girato mezz'ora nella periferia industriale prima di arrivare fortunosamente a SSG. Ma va bene, qualunque cosa è meglio del bodhidelirio dei mesi scorsi. Bodhi assente, ma non me ne frega più di tanto: sono tranquilla, il fatto di non avere più ansie mi riempie la vita, me la sto godendo finchè dura. L'unico neo è che sto continuando a prendere la pillola e mi chiedo perchè ... potrei tranquillamente tornare al diaframma con quello che scopo .... ormai sono 2 settimane e si avviano a diventare 3, semprechè mi torni la voglia di farlo con Bone, altrimenti ora che Bodhi torna dalle vacanze di pasqua fa un mese tondo, potrei saltare tranquillamente un ciclo di pillola. Il punto è che non me ne frega più niente di scopare, con nessuno, a parte Bodhi. Dottoressa, mi dica, è grave?

16 aprile 2000

Giornata di assoluta pigrizia: non siamo andati nemmeno in palestra. Svegliata alle 12:45, dodici ore di sonno quasi filato, tempo schifo, voglia di fare nulla. Il che non ha impedito di fare i soliti 5 o 6 mp3, passare le solite 2 ore in internet, scansire 10 foto e lavorare 4 ore al sito ... poi di corsa a votare, di corsa a cena dai miei, menomale che c'era mio fratello sennò mi sarei sparata ... al rientro sono passata da Neo a raccattare le cose che avevo seminato nelle settimane scorse e ho colto l'occasione di iscrivere il sito a top100italia. Nota positiva: ho dominato i frames di dw3 e se adesso riesco anche a capire come fargli mettere gli scroll bar automatici sono a cavallo. In tutto ciò Bodhi telegrafico, naturalmente non ha scansito le foto della festa di Love ne' tantomeno la sua su Panorama. Gli ho chiesto se ci vedevamo prima delle vacanze pasquali ed è stato vago, entusiasmo zero. Dev'essere tornata la fase biortimica stronza, noto che la vivo meglio del previsto, magari ci sto facendo l'abitudine e magari questo non è necessariamente positivo, ma finchè non soffro, tanto vale.

17 aprile 2000

Nulla di veramente importante da segnalare: giornata lavorativa noiosissima, aperitivo con amiche nella media, rientro a casa con Dee per istruirla sul magico mondo di internet, sono riuscita a dominare le tabelle e gli scroll bars di dw3 e finalmente sono riuscita a caricare il prototipo di sito con l'FTP, il che mi ha naturalmente riempito di orgoglio e gioia. L'unico momento di sbalzo ormonale è stato l'arrivo dei giornali: c'era anche Panorama e quindi la famosa foto di Bodhi che è figo come aveva detto di essere. Dieci minuti di turbamento profondo, scalmane assortite. Scansita al volo, mandata a Love e spedita direttamente sul desktop di casa e ufficio dove ora troneggia e dandomi puntuali scosse ormonali ogni volta che chiudo una finestra. Giacchè il rapporto si fa sempre più virtuale mi pare appropriato, anche la sgranatura della stampa patinata fedelmente riprodotta dallo scanner mi ricorda la precarietà del tutto.

18 aprile 2000

sigarette 40, calorie 2000, alcolici 1 sanbitter, cibi tossici: 1 brioche e 1 porzione di lasagne al pesto e nonostante questo non salgo di 1 etto: la bilancia segna imperterrita 52.8! fanculo. Giornata di grande lavoro e di merde assortite. Una fottuta presentazione assolutamente imposticipabile è stata fissata per il 27 aprile e mi tocca lavorare in pieno ponte tutto il 26 pomeriggio e il 27 mattina, cazzo! Alle 19:30 chiedo a Bodhi se fa qualcosa stasera e se ci vediamo, dice ok per cena, io mi presento all'ora stabilita e lo trovo in conversazione telefonica accorata. Mi ritiro discretamente in un angolo a leggere i dorsi dei libri della sua biblioteca, ma dal tono della conversazione e dall'atmosfera cupa generale capisco anche che dev'essere successo qualcosa di brutto. Al termine chiedo discretamente se me ne devo andare e lui dice "se vuoi vai, le notizie non sono belle, adesso scusa ma devo fare un'altra telefonata". E così dalla seconda telefonata vengo a sapere i particolari raccapriccianti di un incidente automobilistico successo l'altroieri notte a Brighton in cui sono rimasti coinvolti amici suoi e in cui sono morti tutti, l'unico sopravvissuto (per ora) è conciato da sbatter via. Gelo istantaneo, la prima reazione è stata quella di prendere borsa e cappotto e andarmene, per correttezza ho chiesto se preferiva stare solo o no, lui ha detto di non farmi problemi, che la notizia non era nuova, la sapeva da ieri e di non fare quella faccia che non era il caso. Allora mi sono alzata e ho cominciato a tirare fuori roba dal frigo dicendo che a questo punto io avevo bisogno di attività manuali (tipo dargli due schiaffi, e la manipolazione degli alimenti era l'unico gesto sostitutivo appropriato alla situazione). Alla fine dell'insalata mi sono sforzata di tenere una conversazione normale, ma il tutto era fiacchissimo: siamo finiti davanti alla TV a ri-vedere ovvietà da tarda serata, lui cascava dal sonno, a me si era ammosciato l'ammosciabile, a mezzanotte e qualcosa ho preso 3 CD, le foto della festa di Love che giacevano esattamente dove le avevo lasciate un mese fa e me ne sono andata augurandogli buone vacanze, tanto è sicuro che al concerto di domani sera non ci viene. Sono tornata a casa e mi sono accorta di aver lasciato lì sigarette e foulard, porcaputtana! Ho smanettato un paio d'ore alla grafica del sito (altro gesto sostitutivo) e ho concluso che non ero nemmeno così depressa come avrei potuto essere, il che è molto positivo e tutto sommato mi sta dicendo che forse sono pronta ad andare oltre. Sì, certo, ormai ci siamo detti tutto e foulard a parte (le sigarette se le fumi alla mia salute) non vedo motivo di tornare in quella casa. Ancora non mi torna la voglia di scopare con altri che non siano lui, ma mi passerà anche questa, col tempo.

19 aprile 2000

sigarette: tante, calorie: poche, alcoolici: 2 birre, ICQ: la solita oretta.
Al lavoro è montato un casino di proporzioni galattiche che mi devo smazzare entro domani o mi licenziano. La cosa mi lascia meno disperata del solito, che sia un desiderio inconscio? Seduta con la strizza meno traumatica del solito, mi ha detto che è arrivato il momento di vederci 2 volte a settimana ... vuol dire che sono grave, lo sapevo! Grande fermento per il concerto: mandati gli ultimi avvertimenti, raccolte le ultime adesioni, alla fine ci sono venuti solo Zen e Dave, beh, meglio di niente, almeno ho potuto contare su 2 amici solo miei contro il trionfo degli ex amici comuni (Pat) e degli amici di Sweet. Non che mi sentissi imbarazzata, solo che questa è stata la prima "uscita" dopo la separazione e quando sono arrivata al Pink Panther e mi sono vista tutta la schiera dei vari personaggi che hanno fatto parte della mia vita da sposata mi è venuto come un senso di straniamento. Potevo vedere i loro pensieri, ovviamente tutti sono dalla parte di Sweet, e ci mancherebbe ... comunque non ci sono stati incidenti particolari: una certa freddezza da parte degli amici stretti e di Pat, me c'era da aspettarselo. Doc totalmente equidistante, ma distante. Io mi sono seduta al tavolo con Zen, Doc, Dave e tre suoi amici mai visti prima, sono stata bene. Tra il primo e il secondo tempo Ringo mi ha chiesto che cosa ne pensavo "perchè so che tu dici la verità" e la cosa mi ha intenerito. Ho detto la verità, inutile del resto fare la carina solo perchè mi aveva chiesto l'opinione. Naturalmente Jo non era d'accordo ma quando mai io e lui siamo stati d'accordo su qualcosa? Il secondo tempo è stato bellissimo: Zen sparava battute a raffica, anche Dave faceva il simpatico, Doc si è lasciato andare a qualche freddurina tipica sua. Sapevo che l'ultima canzone sarebbe stata Sweet Child o'Mine con la partecipazione straordinaria di Vic e ho istruito tutto il tavolo di applaudire e urlare qualunque cosa fosse successa perchè Vic è un grande e anche se non suona più da 6 anni deve ricominciare e ha bisogno di incoraggiamento. Ho sofferto durante tutta la canzone perchè conoscevo ogni accordo di Vic e nonostante la Les Paul che Sweet gli ha fatto comprare si sentiva (io sentivo) che era un po' arrugginito. Dopo il primo assolo Zen si gira verso di me e mi fa "Oh, ma questo è bravo davvero!": l'avrei baciato! Alla fine della canzone la sala è venuta giù dagli applausi, io sono salita sul palco e ho abbracciato Vic, gli ho detto che era magico e che doveva assolutamente tornare a suonare con la band. In effetti anche gli altri la pensavano così: tutta la band pensa che Jo se ne debba andare perchè rovina il sound, ma chiaramente sono cose delicate. Mentre smontavano il palco ho capito che il momento magico era finito e il mio posto non era più quello, per cui me ne sono tornata a casa con la mia smartina e mentre guidavo verso casa pensavo a quanto la mia vita sia cambiata da Natale e quanto questa vita così priva di appigli e di sicurezze mi piace. Bodhi è stato con me tutta la sera, dentro di me, nel posto che è ormai suo: la bodhipresenza sempre più grande anche se non ci vediamo più, ma non soffro: sono stranamente serena e felice.

20 aprile 2000

sigarette: più di 30, calorie: più di 1000, ICQ: neanche 1 minuto!!!!
Dopo 8 ore di sofferenze indicibili il casino lavorativo è rientrato, malgrado la resistenza passiva di tutti, ce l'ho fatta anche questa volta. Alle otto di sera ero distrutta, senza voce, stanca e nauseata da tutto e da tutti e ho comunicato ufficialmente alla mia assistente che si sbrighi ad imparare il mestiere: io fra 5 anni mollo e torno al mio mondo virtuale. Ne parlavo anche con Dee, lo accennavo alla strizza: io sono Shirai Reena, è lì che voglio finire, quel romanzo è il mio desiderio inconscio che sta venendo fuori. Non so ancora come, ma è lì che voglio andare. Sweet è via per lavoro, torna domani sera tardi: avevo invitato Zen, Marta e Hal per cena, ma qualcosa dentro di me sapeva che la cena non si sarebbe mai fatta e quindi non mi ero nemmeno preoccupata di fare la spesa. Infatti Zen si era dimenticato e aveva un puntello, Marta era stravolta e non aveva voglia, Hal si era ricordato ma quando gli ho detto che gli altri non sarebbero venuti ha detto che nemmeno lui ne aveva tanta voglia cmq: era destino che quella cena non si facesse. Quindi sono finita a cena con Terri, che ha appena finito di traslocare nella sua nuova casa: bellissima mansarda a cinquanta metri da casa di Neo, tutta ristrutturata e ristrutturata bene, piccola ma accogliente. Mi sono talmente rilassata che mi sono addormentata sul divano mentre Terri si faceva la doccia e finiva di sistemare le cose. Bone mi aveva chiamato nel pomeriggio e alla fine ci ha raggiunte al ristorante, poi siamo andati tutti a casa mia e lì Terri e Bone si sono messi a smanettare, io ho ripulito il portatile, fatto defrag, messo a posto e finalmente scansito le foto della festa di Love. Di nuovo, mentre ero seduta sul pavimento tra foto, scanner e portatile, mi è arrivata addosso la sensazione di essere entrata in una nuova vita: vedevo Terri e Bone che smadonnavano con il masterizzatore (non si riesce a masterizzare da CD a quanto pare) e le loro parole rimbalzavano dentro di me dandomi la pace. C'era pace, c'erano persone che amo, io stavo bene. Questa è la mia vita e mi piace. Bone si è fermato a dormire e credo abbia fatto un tentativo di richiesta sessuale, subito respinto, gli avevo detto che ero troppo stanca per scopare, in realtà si è avverato quello che avevo previsto: lo amo ma l'ho lasciato andare. Non mi interessa più fare sesso con lui: è un amico, l'amico che amo di più, ma niente altro. Il ciclo si è chiuso. Non lo posso biasimare per esserci rimasto abbastanza da cani, è comprensibile. Il tutto è passato sotto silenzio come sempre, non so quindi se abbia sentito la bodhipresenza, sempre più forte man mano passavano le ore. Ho dormito poco ma ho dormito bene, abbracciata ad Bone, Bodhi nel cuore.

21 aprile 2000

Ultima giornata di lavoro e grane assortite: non posso credere che mi abbiano rotto i coglioni fino alle sei e mezza!!! Se dio vuole ho lavorato in parte da casa e ho potuto perfino combinare qualcosa di non indecente al sito, registrare i soliti mp3 e scansire un tot di foto. Bodhi online praticamente sempre, se n'è andato in vacanza senza salutare. Ovvio. Non me la prendo più, non ne vale la pena. In uno dei brevi incroci che contraddistinguono la nostra vita attuale, Sweet mi ha annunciato di aver cuccato alla grande un'operatrice frontdesk, bionda, belle tette (parole di Zen) che lavora per lui da due anni e che la sera del concerto, in preda ai fumi dell'alcol, gli ha confessato di essere da sempre innamorata di lui e lo ha invitato ad uscire giovedì prossimo! Sweet ovviamente gasatissimo: autostima a mille. Io mi sono dichiarata contenta per lui e gli ho ricordato che avevo predetto in tempi non sospetti che lui era il tipo da finire in una storia con la segretaria bionda e tettuta 22enne: ho sbagliato solo pochi trascurabili dettagli, direi.

22 aprile 2000

A Montichiari a togliere un po' di ragnatele.

23 aprile 2000

Pranzo pasquale con famiglia, nemmeno troppo schifoso, sempre grazie al fatto che c'era anche mio fratello con consorte. Tutti entusiasti per il mio sito, naturalmente la pagina più cliccata è quella in cui ho messo le peggio schifezze, sbattute lì in attesa di idee migliori, il che dovrebbe farmi capire parecchie cose sulla vita.

25 aprile 2000

sigarette: migliaia, calorie: 3000, cibi tossici: tutti, alcol: un casino, canne: 2 (in 4) icq: neanche 1 minuto!
Da Love per il bbq di pasquetta. Partita alle 11 e qualcosa da casa mi sono cuccata 1 ora di coda in A1 e mi sono persa a Vattelapesca Emiliano. Sconsolata stavo facendo benzina ad un self service quando ho sentito un coretto di voci che mi chiamavano: mi giro e vedo una macchina carica di amici di Love! Grata alla provvidenza ne ho caricato uno che mi ha guidato a destinazione: credo che da sola non ci sarei mai arrivata. Lì sono stata accolta calorosamente da Nick (? si ricordava di me?!?) e dagli altri, cazzo, conoscevo tutti, non ci potevo credere, era come stare in famiglia, anzi meglio. Abbiamo cominciato a bere appena arrivati e la mia previsione che entro le 5 saremmo stati tutti storti si è puntualmente avverata. Nick continuava a cercarmi, prendermi da parte, portarmi in angoli deserti, ma con altre 20 persone in giro tra cui un suo amico fraterno era impossibile anche solo iniziare un embrione di discorso a 2: l'atmosfera era goliardico-scazzata, quindi tutti ridevano e scherzavano con tutti: l'idea che Nick volesse tacchinare seriamente mi è arrivata addosso in modo strisciante: ho pensato subito che Love lo aveva opportunamente istruito e che lui lo stesse facendo solo per dovere. Tralaltro Bone ha continuato a telefonare nei momenti meno opportuni e mentre finalmente mi stavo rollando la prima canna con Nick e il suo amico fraterno (impossibile scollarselo di dosso, ho perfino contemplato l'idea di un numero a 3) chi telefona? BODHI!!!!! DA BRIGHTON!!! Ero ubriaca fradicia ma sono saltata in piedi come una lippa e sono corsa in un luogo appartato. La conversazione non è stata particolarmente torrida, anzi, direi quasi convenzionale, ma ha chiamato cazzo, ha chiamato! E io mi attaccherei ad un capello ... Il che naturalmente non ha impedito di lasciare che Nick continuasse le sue manovre accerchianti (volevo proprio vedere dove andava a parare) e alle 23:30 mi sono trovata come per magia stesa sul soppalco a ravanare il ravanabile sotto i rispettivi jeans. Lui me ne diceva di tutti i colori, io incredula e scettica fino all'ultimo istante, calate le mutande ho pensato chissenefrega, basta cinismo, goditela fino in fondo. E che cazzo, era senza fondo! Mi ha rivoltato come un calzino: tempi di ripresa eccezionali, fame atavica (il che non è possibile perchè è un noto sciupafemmine), è il tipo che ti sveglia in piena notte e ricomincia come se niente fosse: numeri da circo per ore! Tralaltro l'intimità del soppalco era nulla, ci siamo trasferiti al secondo piano, ma anche lì eravamo praticamente sotto gli occhi di tutti, e va beh che erano tutti più o meno strafatti e ingrifati, ma dobbiamo aver dato un discreto spettacolo: ad ogni mio tentativo (debole per la verità) di protesta lui diceva che di quelli lì non gliene fregava niente, dicessero e vedessero quello che volevano ... mi sa che hanno visto tutto quello che c'era da vedere e ne parleranno per mesi ... oh beh, chissenefrega. Si vive 1 volta sola e questo giovanotto (abbondantemente più giovane di me, dev'essere il mio momento d'oro coi ragazzini!) è stata la manna dal cielo per la mia autostima. Dormito zero, stamattina mi sono alzata con il seguente mantra:
"èilgiornodopononèsuccessonientedimenticatutto"
me lo sono ripetuta per ore mentre intorno fioccavano battute sui nostri amplessi e fervevano i preparativi per la colazione. Siamo andati a fare un giretto in macchina: lui voleva provare la smart, io dovevo fare rifornimento di sigarette. Siamo stati perfettamente calmi e composti, accenni molto vaghi agli avvenimenti della notte: molto cool. Ho agguantato Love in un raro momento di solitudine e le ho chiesto se era stata lei a brieffare Nick: lei ovviamente ha negato e si è dichiarata stupefatta dagli avvenimenti. Tanto non me lo direbbe nemmeno sotto tortura e tanto non lo voglio sapere. Me ne sono andata alle tre, lui non ha chiesto il mio telefono, io non ho chiesto il suo, ci siamo lasciati con un bacio e il "ci vediamo ci sentiamo" di prammatica. Molto cool. Pure troppo. In coda sull'A1 mi sono ripetuta il mantra per tutte le 5 ore e mezza che è durato il viaggio di ritorno, cotta dal sonno e dal caldo, intervallando il nickmantra con il bodhimantra
"ioamosolotelascereituttoetuttipertesesolomelochiedessi".
A casa alle otto e mezza di sera, stremata, confusa e felice. Nick è tenero, è bellissimo, è sexy da morire, scopa come un dio (Bone 2 la vendetta) e mi ci vuole giusto un soffio per incasinarmi ancora di più. Farò altre tre ore di mantra assortiti a letto. Affanculo, anche questa è andata. Domani è un altro giorno.

26 aprile 2000

Riuscita a dormire fino alle 9 e mezza dopo essermi addormentata poco prima di mezzanotte: quasi 10 ore di sonno, un record! Sono perfino riuscita a passare dall'estetista per la depilazione estiva e tornare in palestra dove ho rimesso in moto la macchina che si stava inflaccidendo dopo 3 settimane di totale inattività ginnica tradizionale. Purtroppo mi è anche toccato riprendere a lavorare (a ufficio chiuso) sul new business di domani mattina, cosa che mi avanzava parecchio ... ma credevo peggio: arrivata in ufficio alle 2 meno qualche minuto riuscivo a uscirne alle 8 e mezza ... già mi prefiguravo la nottata, invece o i miei capi erano troppo stanchi o non gliene fregava niente del mio lavoro, focalizzati com'erano sulla struttura delle credenziali. Questo è l'unico lato positivo del tecnico: ti cagano poco. Ho perfino fatto in tempo ad andare a cena da Terri: bellissimo! Noi due sole a parlare di uomini (leggi: QUANTO STRONZI SONO GLI ...) fino a mezzanotte! Alle dieci e mezza mi sono ricordata che teoricamente Dave stava aspettando una mia telefonata per uscire insieme ... gli ho cacciato una palla bestiale dicendo che stavo uscendo in quel momento dall'ufficio ed ero stravolta. Questo è il bello di essere un tecnico, se dici così ti credono sempre! Lui mi ha detto che capiva, infatti, e ha aggiunto che i suoi 3 amici erano rimasti piuttosto sconvolti dall'esperienza concerto di settimana scorsa, più che altro per la fauna. Ho commentato con una punta di acidità che quelli erano i personaggi più regolari che conoscevo, si figurasse gli altri!!! In effetti l'unico personaggio pittoresco era Zen, tutti gli altri erano del giro di Sweet, solidi professionisti e liberi imprenditori, ... a parte il tavolo delle operatrici frontdesk, che erano effettivamente un bel campionario di gioventù sballata e fancazzista.

27 aprile 2000

Alla pesa ufficiale registravo kg 53, misure invariate, e quindi mi concedevo una sana colazione ricca di carboidrati.
Levataccia all'alba per essere in ufficio alle 8:30 a preparare lo show. Sweet si è alzato inusualmente presto e mi ha annunciato gravemente "Stasera torno piuttosto tardi, anzi direi molto tardi", essendo oggi il fatidico giorno del suo primo puntello extraconiugale. In vena di conversazione, mi ha rivelato che la tipa gli ha telefonato un paio di volte durante il ponte pasquale dicendo che non riusciva a resistere senza sentirlo e che si rendeva conto che era una cosa pazzesca perché lavorano insieme (e lei ha la metà dei suoi anni NdR) ecc ecc.
e ha concluso gravemente che non voleva che lei si facesse strane idee. A me veniva da ridere, ma mi sono astenuta: con nonchalance gli ho detto di lasciarmi un sms se decideva come gli auguravo di passare la notte fuori ... e dentro di me lo speravo ardentemente, così cadrebbe anche l'ultimo baluardo che non ho mai osato infrangere e cioè "la notte fuori infrasettimanale": praticamente sbattere in faccia all'altro le tue scopate. E sarebbe lui a farlo cadere. Molto ma molto bene! Mi sa che chiedo a Love il cell di Nick ... non si sa mai! Tornata a casa presto, stravolta dallo show che avrebbe dovuto durare un'ora e che invece ne è durate 6, con tremendo mal di gola e malessere generale, rilevavo alcune pustolette in zona inguinale: regalo di Nick o depilazione? Mah, meglio non domandare, preso Tantum Rosa e pomate varie, disinfettate le zone interessate, ho cercato di dormire fino all'ora di cena, interrotta da enne telefonate tra cui:
madre - che mi comunica la sola del 1° maggio e cioè che sarebbe gradita la ns. presenza alla commemorazione del nonno defunto 20 anni fa;
Bone - che incassa malamente la mia sola (sto male non ce la faccio a venire stasera).
Mi hanno chiamato praticamente tutti tranne Bodhi, e che cazzo, mi devo convincere a spegnere quel maledetto aggeggio, tanto è ovvio che non chiamerà mai più. Sweet è tornato a casa prestissimo, si è fatto una meticolosa doccia e si è preparato per la sua grande avventura. L'ho salutato ribadendo di lasciarmi un sms se non aveva intenzione di tornare a dormire, invece mi ha chiamato alle undici e mezza ... ho trovato la cosa molto poco fine e ho cominciato ad irritarmi: va bene sbattere in faccia le scopate, ma se dico sms una ragione ci sarà! L'sms è molto meno emotivo, molto più impersonale di una telefonata! La voce del tuo ex marito che ti dice ci vediamo domani a mutande probabilmente già calate non è esattamente quello che ti va di sentire, per quanto ex e per quanto tu abbia cominciato molto prima di lui a disertare il talamo. Almeno io ho sempre avuto la decenza di inventarmi una serie elaborata di palle ben cucinate e condite. Così è TROPPO brutale! Che mi stia dicendo qualcosa? Pacchi di cose, a occhio e croce e nessuna di queste promette bene. Dave instancabile e imperterrito mi ha chiamato alle nove e mezza e mi ha portato il gelato a casa giacchè non avevo voglia di uscire. Devo dire che non era esattamente la persona che mi andava di avere intorno durante e dopo la telefonata di Sweet, ma meglio di nessuno.

28 aprile 2000

Mattina con training aziendale, controvoglia ma positivo: almeno sento di non aver buttato via i soldi dell'azienda e il mio tempo. Love mi ha passato il cell di Nick a cui ho inoltrato sms speranzoso, naturalmente rimasto irrisposto. Ho chiamato Bodhi all'una per ricordargli che mi aveva promesso di portarmi uno stock di tisane e thè, sapendo bene che non avrebbe comperato alcunchè. Pomeriggio di nuovo tentativo di pisolo (il mal di gola imperversa) plurinterrotto da telefonate di:
Love - che ha avuto un'offerta di lavoro dalla Webintern che poi sarebbe lo spinoff della ditta dove lavora Dee: il mondo è soffocantemente piccolo!
Bone angosciato - che doveva decidere quale divano acquistare per il soggiorno. Almeno 1 ora di supporto morale e consultazione cataloghi, ho percepito che avrebbe gradito la mia presenza onsite, ma non ce la facevo assolutamente.
Sweet tornato alle sette e schiantato in poltrona per ripigliarsi dalla nottata, di ottimo umore (e ci credo!). Discutiamo la sola del 1° maggio e decidiamo di comune accordo di spostare tutti gli impegni presi per lunedì alla domenica per presenziare alla commemorazione defunti lunedì. Sera casalinga con Sweet di ottimo umore: sono andata a prendere 2 pizze e le abbiamo mangiate davanti a Tele+, sembrava di essere tornati ai vecchi tempi e ho percepito nettamente una sua buona disposizione nei miei confronti. Lui dichiara: "Si sta proprio bene adesso, lo so che ci sono state tensioni ma adesso è tutto a posto.". Ma che cazzo di discorsi? Ti stai scopando una 25enne tettuta e io ti faccio da moglie come prima tranne che a letto, che cazzo puoi desiderare di più dalla vita? Sei tornato ai tempi dell'università, maledetto, ci credo che stai bene! Sei riuscito a farmi diventare la tua cazzo di mamma, bastardo! Ma io di qui non me ne vado, a questo punto se tu sei il figlio, te ne vai tu con la tua figa dove vuoi e nemmeno pretendo che mi vieni a trovare la domenica a pranzo! Chiusura di serata ICQ e svariate operazioni tra cui aggiornamento sito e altri mp3 così per non perdere la mano. A letto orrendamente tardi e orrendamente insoddisfatta.

29 aprile 2000

Mal di gola in diminuzione ma pruriti e pustolette in zona inguinale sempre presenti, mi disinfetto rassegnata e mi preparo a sopportare l'infezione. Sweet va a passare la notte con la sua nuova figa dicendomi che tornerà nel primo pomeriggio di domenica con Vic per suonare un po', io da brava casalinga gli prometto cenetta fattaincasa e dirotto la cena della list prevista domenica sera al mezzogiorno. Xavier mi invita a cena per la sera stessa e quando comunico il tutto (passera fuori uso, cena sabato, pranzo domenica, sola 1°maggio) a Bone succede un putiferio. Inizia ad urlare che questa è la sua settimana libera e mi ha visto 1 sola volta, che sembra che lo faccia apposta a trovarmi gli impegni all'ultimo minuto, che siamo liberi di vederci quando ci pare e se ritengo di avere cose più importanti da fare OK ma basta con 'sto tira e molla. Invano cerco di dire che alla cena di stasera sarebbe invitato anche lui e che magari può fermarsi a dormire a MI e ripartire dopopranzo domani, lui urla che ha un casino di roba da fare e che non ha tempo di venire a MI. Ci lasciamo freddissimi, io dico che vado a cucinare così intanto mi passa l'incazzatura e poi ci sentiamo. Mentre faccio ooommm davanti al PC con lo screensaver che va, mi arriva addosso la certezza che Bone ha seri problemi con la moglie: la scenata, come al solito, è il suo modo di chiedere aiuto e al di là di tutto ne deve avere un bisogno disperato. Telefono a Xavier e disdico la cena dicendogli che gli spiegherò, e meno male che lui capisce al volo, mi precipito a cucinare per avere tutto pronto il giorno dopo e - chiarito a Bone che passerò la notte da lui a patto che non ci siano richieste sessuali - mi precipito a Montichiari. Dove Bone ha preparato una cena sfarzosa a lume di candela e mi ingiunge di sedermi, non rompere le balle e fare l'ospite. Dopo cena la tensione si scioglie, a letto coccole e biscotti davanti alla TV e alla fine Bone mi dice "grazie di essere venuta". Al mio "ma amore, che cosa ..." mi interrompe con "Domani. Le spiegazioni domani." Inutile insistere, addà passà a nuttata.

30 aprile 2000

Mi sveglio con Bone che mi porta la colazione e altre coccole. Impietosita dal suo evidente stato di supereccitazione gli concedo 1 pompino anche perché so che altrimenti non ci sarà nessuna spiegazione. Infatti, ristabiliti gli equilibri ormonali, lui mi dice che ha avuto cazzi pesi per tutta la settimana, che me li risparmia (ettepareva) ma che i miei tira e molla lo hanno fatto impazzire. Io, con tutta la calma possibile, gli dico che ANCH'IO ho avuto una settimana pesante, che avevo preso impegni prima di sapere che lui NON sarebbe stato COME LOGICO a Francoforte dalla moglie e che ho avuto parecchi fastidiosi imprevisti, non ultimo quello della sola del 1° maggio di mia madre, che mi ha sconvolto tutta l'organizzazione del weekend. Gli ribadisco che ieri gli stavo proponendo uno spostamento di location, non una sola, prima che lui iniziasse ad urlare e che non ho nessuna intenzione di farmela menare a sangue su queste cose in considerazione che non sono ne' la sua fidanzata ne' sua moglie. Lui è in disaccordo con la mia analisi dei fatti e insiste che sono stata io a menargliela: giacchè non si trova accordo su questo punto trovo che la mia missione da crocerossina sia terminata e riparto per MI dove mi aspetta un pranzo da gestire. A MI mi calmo e capisco che la list è la mia unica salvezza: ridiamo, chiacchieriamo, parliamo e il mondo è di nuovo bello, il sole splende e non ci sono problemi. Zen si ferma dopo pranzo a masterizzare gli mp3 che lo interessano e così parliamo un po' seriamente di me. Lui mi convince che sto attraversando un periodo normale per la mia situazione, che non ho ragione di prendermela più di tanto e che devo solo vivere senza aspettative e pensare a me stessa. Grande consolazione, se solo sapessi come si fa. Sweet - che sarebbe dovuto tornare "nel primo pomeriggio" latita a cellulare spento fino alle 18:30 e quando si fa vivo dice candidamente "Ma non avevo dato un orario preciso no? Cmq sto arrivando con Vic come da programma." Vorrei tirargli la torta appena sfornata in faccia ma come al solito mi trattengo e meno male che Dee arriva in tarda serata ad occupare la mia mente con problemi internet. Rimasti soli io e Sweet gli chiedo come si trova con la sua nuova figa e lui dice "Bene, davvero molto bene devo dire." e io, guardandolo negli occhi, dichiaro: "Guarda che io da qui non mi muovo, dovessi incatenarmi alla libreria. Io un fidanzato nuovo non ce l'ho." lui dice che non c'è bisogno che nessuno si muova da nessuna parte ma lo fa senza guardarmi negli occhi e capisco che dovrò incatenarmi alla libreria molto presto. Mi sembrava che fosse andato tutto troppo liscio, sto per uscire dal limbo con un calcio in bocca ma cazzo se mollo 1 sola unghia: sopra il mio cadavere! Dulcis in fundo, su ICQ trovo Love e Bone, converso amabilmente con entrambi fino a che Bone scrive "Notte baby" e vedo lampeggiare un secondo msg, apro e leggo "Notte amore mio". Rimango sbaccalita per 5 secondi prima di capire che il coglione ha mandato a me per errore un msg per Love. Gli chiedo a chi amore mio e lui candido risponde a Love, cvd! A quel punto mi monta un'incazzatura potentissima e decido che se c'è un minuto ora giorno mese anno in cui mi trasformo in una iena troia schifosa il momento è adesso. Segue una scenata pazzesca - molto femminile - tutta su ICQ, dove il coglione per 10 msg non capisce che ha mandato a me il msg di Love e - capitolo - dichiara che si deve scusare ... con Love per averla accusata di aver fatto la spia. Chiudo le comunicazioni mandandolo a fare in culo e spengo tutto. Dopo 30 secondi squilla il cellulare ma non rispondo. Ascolto il msg in segreteria dopo essermi lavata i denti, è ovviamente lui che dice "buonanotte amore". Delete message e vado a letto. Sono le 3 di mattina.

 
torna su
« precedente     successivo »  
 
| design&development: Artdisk