paola cassone
romanzi
racconti
collezioni di racconti
collezioni di racconti
diario  
comprami  
scrivimi  
2006

21 03 2006 post scriptum!

Date le vivaci reazioni pervenutemi mi sento in dovere di fare un po'di precisazioni.
In Olanda non si sta male come in Italia, se non altro perchè al governo ci sono le 5 banche + le maggiori industrie e non un solo miliardario megalomane.
I servizi sociali funzionano complessivamente bene: i problemi sorgono in quei servizi come la sanità e la scuola dove il governo negli anni passati ha fatto (troppe) economie. Qui per esempio tutti si lamentano del servizio ferroviario ma non hanno la minima idea di che cosa dovete sopportare voi in Italia. Il servizio ferroviario di qui è fantastico e dal 2003 rimborsa il biglietto ogni volta che il treno ritarda di 30 minuti!!!
Mal comune mezzo gaudio: la classe media di qui ha un potere d'acquisto minore di quella italiana (o almeno credo, diciamo, minore del mio nel 2000): il reddito familiare medio è di 1500 euro al mese, ma l'economia è infinitamente più sana che in Italia e patrimonio, PIL, inflazione, conti pubblici etc etc sono solidi come roccia. E non si pagano più tasse che in Italia, ne' il governo salta fuori ogni anno con balzelli nuovi. I servizi pubblici sì, quelli invece si pagano salatissimi.
Part time e telelavoro sono realtà accessibili, incoraggiate e tutelate.
Nessuno si sogna minimamente di mettere in discussione leggi sul divorzio e sull'aborto: si discute invece accanitamente se bisogna consentire l'aborto oltre la 22º o 24º settimana di gravidanza.
Il tempo fa schifo e si mangia meno bene che in Italia ma queste non sono ragioni sufficienti per farmi tornare al galoppo nel mio paese natale. In vacanza sempre, a vivere, mai. Almeno finchè vive il Berlusca e finchè part time e telelavoro non diventano accessibili anche alla sottoscritta.
 
torna su
« precedente     successivo »  
 
| design&development: Artdisk