paola cassone
romanzi
racconti
collezioni di racconti
collezioni di racconti
diario  
comprami  
scrivimi  
2004

12 08 2004 snelweg

Gli olandesi, ormai è noto ai miei lettori, son tedeschi travestiti da fricchettoni. La loro teutonicità si esprime al massimo livello sulle numerosissime e organizzatissime autostrade che costellano questo fazzolettino di terra (ben 50!!!). Qui il limite di velocità è 120 km/ora ma misteriosamente non appena l'autostrada passa da 2 a 3 o 4 corsie diventa 100 km/ora. Mi si dice che questo non ha a che fare con il numero di corsie ma con la vicinanza ai centri abitati: in altre parole, ogni tangenziale o raccordo anulare (ring) prevede limite di 100 km/ora. Io dico, sarà un caso che sempre e solo nelle tangenziali e nei raccordi anulari ci sono 3 o 4 corsie?
Ma transeat. In Italia, almeno finchè ci ho abitato io, tutti se ne strafottevano elegantemente dei limiti di velocità: ho avuto un capo che non scollava la lancetta dai 180 km/ora nemmeno sulle tangenziali e perfino i guidatori più prudenti sulla corsia di sorpasso acceleravano a 140/150.
Qui invece no, ovviamente. Qui i limiti di velocità si rispettano al punto tale che chiunque può viaggiare a 80 km/ora sulla corsia di destra e - quando sente il bisogno di superare - mette la freccia e passa sulla corsia di sinistra alla velocità di 90 km/ora, completamente incurante della distanza e della velocità delle eventuali altre auto che stanno viaggiando sulla corsia di sinistra dietro di lui, perchè un'altra regola recita che la corsia di sinistra si usa solo per il sorpasso ed è fatto obbligo rientrare sulla corsia di destra appena superato. Quindi, nel caso di voler superare diciamo 3 TIR e un furgone che mantengono la prescritta distanza di sicurezza (e qui lo fanno), gli olandesi più diligenti continuano a zigzagare dalla corsia di destra a quella di sinistra fino alla fine della serie di 4 sorpassi!!!
Questo causa durante le ore di punta ingorghi pazzeschi e file chilometriche, senza contare le inchiodate che guidatori spericolati come me sono costretti a fare in continuazione per passare in 1 secondo da 120 a 90 sulla corsia di destra. Dopo quasi 4 anni di residenza mi sto abituando e ho sviluppato un discreto occhio clinico per i guidatori diligenti, ma vi giuro che i primi mesi sono stati da paura! Un mini-sondaggio tra gli expats di varie nazionalità da me condotto ha rivelato che questa è in assoluto l'abitudine più irritante di questo paese. Perfino su The Undutchables viene menzionata!
Come se ciò non bastasse, tutte le autostrade sono dotate di segnalatori luminosi ogni km che, in caso di coda, incidente o lavori in corso, si accendono automaticamente indicando la velocità ridotta a cui si deve andare. Funziona quindi che mentre tu stai tranquillamente andando a 120 il segnalatore davanti a te si mette improvvisamente a lampeggiare e sul display appare il numero 70. Gli olandesi diligenti a quel punto frenano e si allineano immediatamente alla velocità indicata. Il segnalatore seguente di solito indica 50, quindi si rallenta ancora di più. 9 volte su 10 il terzo segnalatore non indica un bel niente quindi non si capisce perchè i primi 2 siano entrati in funzione, ma siccome nel frattempo a causa dei 2 segnalatori lampeggianti si è formata una coda di parecchi chilometri anche i segnalatori precedenti entrano in funzione. Io chiamo questo l'autogenerazione esponenziale di falsi allarmi e posso testimoniare che sulla A12 nel tratto Maarn-Driebergen i segnalatori ti fanno questo scherzetto ogni mattina!
Per concludere, ogni ventina di km c'è una telecamera e se fosse nascosta sarebbe ancora il meno, ma qualcuno deve aver protestato che le telecamere nascoste non sono fair play e quindi la maggior parte (non ho la più pallida idea della logica con cui sono state scelte) sono vistosamente colorate. Risultato: nelle ore di punta, sulla corsia di destra, 1 km prima della telecamera, c'è sempre una coda causata dai guidatori spericolati che inchiodano alla vista della suddetta.
Quindi siete avvertiti: viaggiare in autostrada sulla corsia di destra nelle ore di punta è pericolosissimo e statisticamente meno veloce che sulla corsia di sinistra, dove almeno si mantiene una velocità costante di 80/90 km/ora.
 
torna su
« precedente     successivo »  
 
| design&development: Artdisk