paola cassone
romanzi
racconti
collezioni di racconti
collezioni di racconti
diario  
comprami  
scrivimi  
2004

12 02 2004 12:41:57 CET

Inspiegabilmente mi trovo in una pozza di tempo morto in ufficio: devo aspettare fino alle 13 prima che la prima di una lunga serie di riunioni cominci e mi porti (spero) i contributi necessari a mandare avanti il mio lavoro. Averlo saputo prima sarei rimasta a ronfare stamattina che ne ho tanto bisogno: da qualche giorno Matteo si rifiuta di mangiare più di metà della cena col risultato che poi alle 3 di mattina ha fame e ci sveglia tutti. Ieri per disperazione gli ho messo la cena in un panino e con questo espediente sono riuscita a dormire fino alle 5, però così non tiro un'altra settimana!
La colpa di tutto ciò è della maledetta babysitter che gli dà da mangiare all'olandese, cioè un panino a mezzogiorno e il pasto caldo alle 16, ti credo che poi alle 19 il piccolo non ha fame! E tutto questo malgrado le mie reiterate istruzioni che il pasto caldo va dato a mezzogiorno e il panino EVENTUALMENTE a merenda DOPO lo yogurt. Parole al vento.
Dal 1 marzo tutto cambierà: invece di portare Matteo dalla gastouder (babysitter che cura a casa sua 4 bimbi, una specie di mini-nido) abbiamo assunto 1 vera babysitter a domicilio, la quale verrà nazisticamente inquadrata dalla sottoscritta e controllata a vista: ho preso apposta 1 gg alla settimana di thuiswerken (telelavoro) per marzo e aprile in modo da poterle fornire adeguata supervisione.
I vantaggi della soluzione mi sembrano in questo momento colmare il grosso svantaggio che Matteo non potrà più giocare con gli altri bambini a cui sembra molto affezionato. Ma 14 mesi di sveglia forzata, colazione, vestizione e impacchettamento di un Matteo ancora cascante dal sonno e sonoramente dissenziente, uniti al fatto che ogni sera Matteo puzza di fumo come se fosse stato in discoteca mi hanno convinto che così non si può andare avanti. La nuova babysitter ha la bronchite cronica e se vede una sigaretta le devono dare l'ossigeno: questa caratteristica l'ha fatta salire di 100 punti nella nostra valutazione. Inoltre non ha preconcetti sull'alimentazione essendo lei stessa una pseudoanoressica (nel senso che il cibo non le interessa minimamente e mangia solo per tenersi in piedi) e quindi se le dico di dare a Matteo curry di montone con salsa di menta o omogeneizzato di frutta teoricamente non dovrebbe battere ciglio. Stiamo a vedere!
 
torna su
    successivo »  
 
| design&development: Artdisk