paola cassone
romanzi
racconti
collezioni di racconti
collezioni di racconti
diario  
comprami  
scrivimi  
2008

01 06 2008 spilorceria olandese

In settimana sono riuscita a realizzare un paio di acquisti 'importanti' che da tempo mi ripromettevo di fare, per cui sono di nuovo entrata in contatto con la bizzarra fauna commerciale di questo paese. Gli olandesi sono fierissimi della loro spilorceria, che loro chiamano zuinigheid (parsimonia). Di questo ho parlato diffusamente già nel lontano 2002, ma quello che non ho citato è un'applicazione pratica della zuinigheid olandese che riguarda l'intero settore commerciale.
L'applicazione della zuinigheid al settore commerciale olandese è l'esatto contrario dell'esperienza in un suk marocchino o nei mercati del sud est asiatico. Lì devi impegnarti in lunghe ed elaborate trattative per ottenere il prezzo più basso sull'articolo prescelto, qui la trattativa altrettanto lunga ed elaborata si focalizza sull'ottenimento dell'articolo prescelto nonostante il prezzo.
Mi spiego meglio con tre esempi di vita vissuta.
 
Esempio 1: dal macellaio
Paola: Buongiono
Macellaio: Buongiorno, in che cosa posso servirla?
Paola: Mi servirebbero sei bistecche di manzo, ce l'ha il filetto?
Macellaio: (imbarazzato) Beh, sì, ma ... non so se ... è proprio sicura?
Paola: (insospettita) Perchè? Non è buono?
Macellaio: (sempre più imbarazzato) No, no, per essere buono è buono, ma ... è molto caro ...
Paola: (sbaccalita) Beh, certo, è filetto, ma è quello che ho chiesto.
Macellaio: (c.s.) Sì, ma costa 40 euro al chilo!
Paola: (finalmente capisce) Va bene, me ne dia per sei bistecche da due etti ciascuna.
Macellaio: (stupefatto) Ma sono 50 euro!
Paola: (piazzando i 50 euro sul banco) Non c'è problema.
Il macellaio sconfitto taglia e incarta la carne guardando Paola come se sospettasse che il denaro provenga da una rapina.
 
Esempio 2: dal farmacista
Wim: Mio figlio non digerisce il latte in polvere standard, devo comperare la versione per bambini allergici.
Farmacista: Ma è sicuro? Lei bolle sempre l'acqua prima di metterci dentro il latte in polvere?
Wim: Sì, certo, ma non c'è niente da fare, vomita sempre tutto.
Farmacista: Ma lei deve tener duro sa? E' una questione di abitudine.
Wim: Stiamo tenendo duro da un mese e il bambino è calato di peso. Non posso permettermi di rischiare la vita di mio figlio. Mi dia la versione per bambini allergici!
Farmacista: Ma si rende conto che la versione per bambini allergici non è sovvenzionata? Le viene a costare 15 euro alla confezione. [NdR: il doppio della versione standard]
Wim: Non me ne frega niente. Me ne dia due confezioni.
Farmacista: (schifato) Come vuole. Sono 30 euro.
 
Esempio 3: nel negozio di PC
Paola: Senta, mi aiuti, non so quale router wireless fa al caso mio.
Commesso: Se ha l'ADSL2 questo qui è il più adatto, però il laptop deve stare nella stessa stanza del router.
Paola: Eh, no, non va bene! Il router sta in solaio col modem e l'home PC ma io voglio poter usare il laptop in soggiorno, altrimenti a che mi serve il router?
Commesso: (sospira) Eh, beh, però in quel caso dobbiamo passare ad una categoria di prezzo più alta.
Paola: (nervosa) Quanto più alta?
Commesso: (c.s.) Beh, guardi, questo router standard le viene a costare 29,99 ... L'altro sarebbe questo qui (indica una scatola in una vetrina chiusa a chiave come dal gioielliere).
Paola: (c.s.) Sì, lo vedo. E quanto viene questo qui?
Commesso: (c.s.) Come le ho detto siamo in una categoria di prezzo più alta. Questo qui viene 49,99.
Paola: (contando mentalmente fino a 10) Me lo posso permettere. Mi dia quello da 49,99.
Il commesso prende una chiave e va nel magazzino sul retro, dando ad intendere che il router in questione sia chiuso in cassaforte.
 
Vi giuro che è tutto vero fin nel più piccolo dettaglio! L'episodio 2 mi è stato raccontato da un mio vicino di casa olandese da 7 generazioni. L'ho citato perchè non pensiate che questo atteggiamento sia riservato solo a noi alloctoni.
Vi ricorderete che ho riscontrato un comportamento analogo all'Ikea locale in occasione dell'acquisto della mia nuova cucina, quando il commesso voleva convincerci a non usufruire del servizio di consegna e montaggio perchè costavano cari. Devo dedurre perciò che la caratteristica è nel DNA dei locali, perchè mai e poi mai mi convincerete che sta nella policy dell'Ikea o delle altre aziende commericali multinazionali.
Fortunatamente la maggior parte dei negozi è ormai self-service, così non sei costretta a confrontarti quotidianamente con questa mentalità, ma ogni volta che hai bisogno dell'intermediazione del personale sono dolori.
Vi dico solo che questa settimana i miei nervi sono stati messi a dura prova dall'ottico che - dopo avermi misurato la vista ed aver constatato la mia presbiopia - voleva convincermi a non fare le lenti graduate ma a togliere gli occhiali per leggere. Questo, badate bene, dopo che gli avevo spiegato che io uso gli occhiali solo per guidare e che la ragione per cui ero lì è che ho quasi causato 3 incidenti negli ultimi tempi perchè non riuscivo a leggere la carta stradale mentre guidavo, a causa della mia recente presbiopia. Lo stesso ottico poi voleva convincermi a comperare una montatura da 200 euro e si è mostrato molto scocciato dal fatto che volessi montare le mie nuove lenti graduate su una montatura da 90 euro. Ma dico io!
E questa è la prova che questo comportamento non si limita alle imprese commerciali, ma infiltra pesantemente anche la sanità (eccoci di nuovo con la filippica della Paola sulla sanità locale). Meno male che Matteo non ha mai avuto bisogno di latte in polvere speciale, ma mi ricordo che a me qui nessuno aveva mai detto di usare acqua minerale per sciogliere il latte in polvere, così anche Matteo ha vomitato per tre mesi, finchè non sono arrivata in Italia e un'amica di mia madre, scandalizzata, mi ha chiesto se ero pazza a dare l'acqua del rubinetto (sia pur bollita) al pargolo. Dopo il fulmineo acquisto di 10 bottiglie di Levissima constatavo che il pargolo non vomitava più e tornavo a base incazzata come una iena. Telefonato al consultorio locale, chiesto perchè nessuno mi aveva mai edotto sulle proprietà digestive delle acque minerali in commercio, risposta: ma sono care e poi la qualità dell'acqua del rubinetto in Olanda è molto buona. E questo si viene a sommare a tanti altri piccoli episodi di zuinigheid fatti sulla pelle di mio figlio dalla mutua locale, col culmine della clamidia per la quale ho anche scritto una lettera al giornale. Da allora ho lottato perchè Matteo venisse inserito nel circuito medico specialistico, dove la zuinigheid ha un limite, perchè i medici specialistici hanno standard internazionali. Mi ci sono voluti ben 2 anni, ma da allora Matteo sta meglio e io pure.
 
torna su
« precedente     successivo »  
 
| design&development: Artdisk