paola cassone
romanzi
racconti
collezioni di racconti
collezioni di racconti
diario  
comprami  
scrivimi  
2001

10 11 2001 sauna

Sabato scorso, approfittando del fatto che ci eravamo tenuti liberi per un addio al celibato che non c'è più stato, abbiamo deciso di farci una bella sauna.
Che non è la stessa cosa a cui mi aveva abituato il Downtown di Milano e mi chiedo quanta assonanza abbia con la sauna finlandese. Le saune qui sono posti dove la gente va a passare il pomeriggio o la sera in allegra compagnia (noi eravamo in 3 coppie). Le saune sono anche unisex, nel senso che dopo aver aver pagato il biglietto e aver ritirato chiavi dello spogliatoio e accappatoi si entra tutti quanti insieme in uno spogliatorio comune dove tutti si spogliano, si infilano l'accappatoio e le ciabatte da spiaggia e così agghindati procedono ai locali della sauna. Che sono innanzitutto una sala relax enorme con annesso bar ristorante (carissimo) dove si può fumare, magnare e bevere di tutto e di più annullando in 30" i benefici effetti sudati faticosamente in un pomeriggio. La cosa è molto surreale perchè l'ambiente è tipo bar alla moda ma tutti girano in accappatoio, dormono senza problemi palle all'aria su poltrone e divani, bevono e conversano tra loro sottovoce: fa un bell'effetto. Mai tanto quanto fanno effetto i piselli e le tette al vento che si vedono nei locali della sauna veri e propri, molto ben organizzati, con svariate vasche idromassaggio e vasche d'acqua termale dal freddo gelido al caldo bollente. Tre saune a diverse temperature, bagno turco, giardino all'aperto con piscina, tinozzone d'acqua bollente e gelida, docce un po' ovunque e di tutti i tipi. Passato lo shock iniziale ci fai anche l'abitudine e in fin dei conti nelle spiagge nudiste l'è istess.
 
torna su
« precedente     successivo »  
 
| design&development: Artdisk