paola cassone
romanzi
racconti
collezioni di racconti
collezioni di racconti
diario  
comprami  
scrivimi  
2001

15 09 2001 bruiloft receptie

 

Ieri siamo stati alla receptie delle ore 18 di un altro matrimonio. Massima delusione! La receptie si teneva in una sala buia e squallida di un locale tipo birreria, piena di lunghi tavoli disposti in file tipo refettorio, con uno spiazzo vuoto al centro dove stavano seduti su altrettante sedie in fila gli sposi ed i loro genitori. Zero fiori e decorazioni. Non potete immaginare lo squallore se non siete mai stati al Nord! Per dire, c'è una sala del genere nella birreria della mia via dove i pensionati giocano a Bingo tutte le domeniche sera; il vikingo mi dice che questo è lo standard. Prima di entrare, nel vestibolo angusto dove si lasciano i cappotti, abbiamo dovuto fare la foto in cornice, cioè c'erano 2 cornici vuote e ci siamo dovuti incorniciare e far fotografare da un amico degli sposi (che incidentalmente è anche mio cognato). Siamo entrati e abbiamo dovuto fare la fila per congratulare (in questo ordine) sposa, sposo, padre dello sposo, madre dello sposo, idem della sposa. Dopodichè il padre della sposa ci ha indicato a quale tavolo potevamo/dovevamo sederci e appena seduti ci è piombata addosso una cameriera che ci ha chiesto che cosa volevamo da bere e quindi è tornata con un vassoio su cui era disposto un campionario di fette di torta diverse, tutte orrendamente pasticciate dal megabignè al cioccolato con panna montata alla bavarese di fragole. Abbiamo scelto la nostra preferita e per il resto della reception il vassoio non è più riapparso, segno che hai diritto solo ad 1 fetta di torta. In compenso drinks are free e ogni volta che il nostro bicchiere era vuoto la cameriera ci chiedeva con puntuale quanto fastidiosa sollecitudine che altro desideravamo. Sul tavolo troneggiavano ben 2 coppette di crackers e noccioline e ogni 20 minuti passava un'altra cameriera con un vassoio di stuzzichini fritti caldi. Io ho bevuto e mangiato tutto quello che mi hanno proposto, in tutto 10 tazze di thè (ma potevano essere 10 gin tonic per quello che vale) 1 fetta di torta e 2 stuzzichini (1 al formaggio e 1 al wurstel). Le coppette di noccioline/crakers non sono mai state refillate. Alle 19:40 le cameriere hanno incominciato senza cerimonie a togliere tutti i bicchieri e le coppette dai tavoli e questo era il segnale che ti dovevi scavare dai coglioni. Siamo andati a salutare gli sposi, li abbiamo ringraziati per la torta, gli abbiamo augurato buon proseguimento e ce ne siamo tornati a casa a cenare.
Gesù che magone! Chi era di voi che mi proponeva di sposarmi in Olanda per fare una cosa originale???
 
torna su
« precedente     successivo »  
 
| design&development: Artdisk