paola cassone
romanzi
racconti
collezioni di racconti
collezioni di racconti
diario  
comprami  
scrivimi  
2001

20 01 2001 NS - la saga

Sono da qualche settimana alle prese con la simpatica burocrazia olandese che quando ci si mette riesce ad essere peggio di quella italiana.
Oggetto del contendere: l'abbonamento al treno a cura delle ferrovie di stato, le famigerate NS.
Costa 5000 fiorini l'anno, prevede uso illimitato di tutti i treni nazionali in tutti gli orari per 365 gg. Comincio la procedura il 1 dicembre 2000 accedendo ad internet, www.ns.nl (fatevi un giro se siete masochisti) e richiedendo un modulo per la richiesta dell'abbonamento. Che arriva via posta dopo solo 3 gg all'indirizzo da me indicato e cioè quello di casa. Rispondo l'8 dicembre includendo foto, richiesta di decorrenza abbonamento dal 2 gennaio 2001 e richiesta di bollettino per il pagamento. Che arriva il 18 dicembre, ma ormai io sono già ripartita per l'Italia e trovo la lettera il 26 dicembre. Spedisco il bollettino per il pagamento alla mia ditta, ma viene recepito solo il 2 gennaio alla riapertura e mandato in pagamento. Mi viene però detto di non preoccuparmi perchè finchè non ho l'abbonamento posso mettere i viaggi in nota spese. L'8 gennaio mi arriva una lettera dell'NS che chiede dove diamine sono i soldi. Il 9 chiamo l'amministrazione che mi assicura che il pagamento è stato fatto il 5 gennaio, quindi notifico l'NS, che già sa e mi comunica che riceverò l'abbonamento il 15 gennaio con decorrenza 16 gennaio. Il 15 non ricevo niente. Telefono il 16, mi dicono di aspettare fino al giorno dopo e se non ho ancora ricevuto niente di richiamare. Non ricevo niente e dopo vari giri di telefonate al numero NON gratuito, giovedì 18 gennaio riesco a farmi promettere che in 5 giorni mi verrà inviato un duplicato. Che non è ancora arrivato. Nel frattempo scopro perchè non è arrivato nulla: la busta contenente l'abbonamento risulta regolarmente consegnata lunedì 15 gennaio in Rozenstraat 13 (anzichè 1-3) dove risiede un'amabile vecchietta con alzheimer che mi dice (o credo mi dica) che l'ha rimandata indietro. Le chiedo perfavore di non rimandare indietro niente indirizzato a me ma di metterlo nella casella postale del numero 1 (che detto per inciso è a 1 metro dalla casella postale in cui la vecchietta ha imbucato la lettera per rimandarla indietro). Torno ieri a chiedere se per caso ha ricevuto ancora qualcosa per me e mi dice sì ma l'ho rispedito indietro. Vorrei strozzarla, poi mi rendo conto che l'età e l'alzheimer le impediscono di ricordare alcunchè, infatti è come se mi vedesse per la prima volta e mi ripete esattamente le cose che mi ha detto la prima volta. Le lascio un biglietto da visita sperando che si ricordi dove lo mette e faccia il collegamento la prossima volta che riceve qualcosa per me ... sì certo ... una probabilità su un milione. Chiamo l'NS che mi assicura che la seconda lettera con il duplicato è stata mandata al numero 1-3, la devo ricevere oggi (ieri) o domani (oggi). Finora niente. Già mi vedo tornare per la 3º volta dalla vecchietta con alzheimer. Meno male che a casa ho ancora del valium.
 
torna su
« precedente     successivo »  
 
| design&development: Artdisk