paola cassone
romanzi
racconti
collezioni di racconti
collezioni di racconti
diario  
comprami  
scrivimi  
2001

09 08 2001 zomerweer

Finalmente riappacificatami con le perturbazioni meteorologiche mi sto godendo la breve estate nordica lavorando in giardino, andando in spiaggia e naturalmente facendo spese complici i saldi. Con ordine: il giardino È stato completamente rivoltato! Dopo aver tolto le erbacce e sradicato gli alberi (che ora sono invasati in un angolo), la terra è stata spalata via e setacciata per 20 cm di profondità su 70 mq! Non vi dico quello che c'era dentro! Roba risalente probabilmente agli anni '60 ... sarebbe da rivendere come modernariato se non fosse tutta rotta. Ancora 2 sessioni di questo tipo e poi finalmente si comincia a piantare erbe e fiori. Nel frattempo abbiamo terrazzato e modificato il layout del giardino così che tutta la parte al sole adesso ospiterà aiuole e la parte all'ombra erba inglese. Ma basta con le digressioni agricole e passiamo al divertimento sfrenato: la spiaggia. Ogni weekend ormai si fanno giri di 10 km in bici tra i campi e si visitano le spiagge più popolari del circondario: per essere nell'unica parte dell'Olanda che non è sul mare devo dire che gli amministratori della città hanno fatto meraviglie! Il nostro polder (sì perchè ogni città che si rispetti ha un polder e il nostro è costruito sul fiume Waal e si chiama Ooypolder, carino no?) è stato opportunamente provvisto di laghetti artificiali e spiagge con tanto di sabbia e baretti e docce e immancabile parcheggio per biciclette. Mi manca un po' l'aria di mare, ma per il resto non ha niente da invidiare alla costa adriatica per esempio ed è meno affollato di Scheveningen e Zaventem che sono le località di mare olandesi equivalenti a Rimini, prese d'assalto ormai ogni giorno da una turba chiassosa di locali ... manco morta mi azzardo ad andare. Last but not least, i saldi! Qui devo dire che ho un culo pazzesco perchè le misure standard delle vichinghe vanno dalla 46 in su, quindi di 42 se ne trovano quante vuoi e io mi sono acquistata roba al 70% di sconto che se anche il 100% del prezzo fosse esagerato così è sempre un affare da far invidia alla Diana. Poi psicologicamente fa ancora più ridere perchè io da brava bambina il primo giorno mi sono informata sulla conversione delle misure olandesi in quelle italiane e come potete leggere su ogni tabella internazionale la 42 italiana corrisponde alla 38 olandese (che già così ti alza il morale di 100 punti). In realtà la 38 olandese è una 44 comoda!!! Insomma per farla breve la VERA 42 italiana è la 34 olandese che secondo le tabelle sarebbe la 38 italiana!!! Poi leggi tra le righe e la 34 olandese corrisponde alla 8 inglese e tutto torna perchè anche quella è la vera 42 italiana. Ma insomma, dire che ho la 34 qui equivale a dire che sei anoressica! Ti guardano tutti con un misto di invidia e di compatimento e dire che sono decisamente tornita per i miei standard perchè quei maledetti 3 kg che ho messo su quest'inverno col cazzo che se ne vanno. Così mi sono comperata un vestitino rosso ciliegia che a momenti le mie colleghe mi strappano di dosso e finalmente che vedo un po' di femminilità in questo mondo di severe e austere femmine torreggianti!
 
torna su
« precedente     successivo »  
 
| design&development: Artdisk